Ne esistono di tutti i tipi. Le cuffie e gli auricolari negli ultimi anni hanno ottenuto un vero e proprio boom di vendite. C’è chi utilizza le cuffie per ascoltare musica, chi per dedicarsi ad una sessione di videogiochi o per guardare la tv, e chi ancora per questioni di lavoro.

Insomma in commercio si trovano innumerevoli modelli ma non tutti conoscono le differenze tra un articolo e l’altro.  Che differenza c’è ad esempio tra cuffie In-Ear, On-Ear e Over-Ear? Per saperne di più vi suggeriamo di leggere con attenzione Migliorecuffia.it.

Cuffie In-Ear

Le cuffie intrauricolari, note a tutti come cuffie In-Ear, sono diverse dai classici auricolari, che si appoggiano soltanto nell’orecchio, in quanto vanno inseriti in profondità nel canale uditivo. In questo modo è possibile muoversi senza correre il rischio di perdere le cuffie. Sono ideali per chi fa sport; inoltre queste cuffie riescono ad isolare bene i suoni esterni.

Per posizionare le cuffie In-Ear nel canale uditivo ci sono dei gommini di tre diverse misure (piccoli, grandi e medi) in modo che ognuno possa scegliere la dimensione giusta in base al proprio orecchio. La qualità del suono è buona.

Cuffie On-ear

Le cuffie On-Ear sono conosciute anche con il nome di sovraurali in quanto si appoggiano sull’orecchio. Sono di grosse dimensioni; la qualità del suono è di gran lunga superiore rispetto a quelle In-Ear. Sono utili per chi si sposta in città; hanno una forma molto compatta ma non riescono ad isolare l’utente dai rumori esterni.

Cuffie Over-Ear

Le cuffie Over-Ear sono invece conosciute da chi è esperto in materia con il nome di circumaurali in quanto – così come dice il nome – “accerchiano”  il padiglione auricolare. Sono il tipo di cuffie più confortevole perché imbottite. Non sono molto indicate per gli spostamenti per le loro dimensioni ma assicurano un vero e proprio isolamento acustico.

La migliore qualità audio è garantita proprio dalle cuffie over-ear. Ci sono articoli adatti per uso professionale ed altri con tecnologia wifi per ascoltare la tv.

Chiuse, aperte e semiaperte

A loro volta le cuffie Over-Ear e On-Ear si dividono in cuffie chiuse, aperte e semiaperte. Le prime assicurano un ottimo isolamento dai rumori esterni.  La musica non sarà facilmente ascoltata da chi vi sarà vicino. Le cuffie aperte, invece, fanno sì che il suono venga indirizzato verso l’esterno e al contempo anche i rumori esterni non saranno isolati. La qualità del suono è migliore, però, rispetto alle cuffie chiuse. Le cuffie semiaperte sono l’incrocio tra cuffie chiuse e aperte.